Reti unificate contro il Covid-19

Riportiamo integralmente un articolo pubblicato su DMR-Italia


A metà del mese di marzo, DMR-Italia ha ricevuto una richiesta da parte del network IT-DMR che prevedeva il collegamento e l’unione di tutte le reti DMR italiane, in conseguenza dello straordinario periodo che l’Italia sta vivendo e per il periodo limitato all’urgenza.

Dopo un rapido confronto con tutti i gestori della rete, ci è subito apparsa come una richiesta da condividere.

Come qualcuno avrà letto, la nostra rete, già collegata a DMR-Marc dal 2012, nei mesi scorsi aveva raggiunto un accordo con il network Brandmeister, per la sola condivisione dei TG regionali sullo slot 2. Al momento dell’accordo, avevamo accettato la condizione di non dover condividere tali flussi con la rete IT-DMR, seppur con qualche perplessità.

Abbiamo dunque effettuato il collegamento con BM, ma immediatamente aperto una discussione con BM Italia su questa condizione di esclusività che ci è apparsa sin da subito poco radioamatoriale. Discussione che è stata molto semplice e serena, dal momento che, a dire degli attuali gestori di BM Italia, tale condizione veniva imposta da BM Europa, per pregresse ruggini e discussioni.

Non contenti, a febbraio ci siamo rivolti a BM Europa e le risposte sono state molto più maleducate e inopportune, soprattutto per il modo con il quale è stata fatta la discussione: siamo stati trattati in modo davvero incivile da due personaggi (tedeschi) i quali, rispondendo sempre con molto ritardo alle nostre email, hanno affermato che queste regole erano state decise da loro e nessuno poteva opporsi.

Nel corso dei contatti avuti, i due “super capi” tedeschi avevano affermato che noi avremmo dovuto staccarci anche da DMR-Marc, sempre per loro isterismi personali o per qualche vecchia ruggine.

L’idea di essere proprietari di una rete, di doverla gestire a nostre spese e poi dover sottostare solo ed esclusivamente agli umori di due tedeschi proprio non ci va a genio!

Nonostante ciò, abbiamo tenuto fede al patto fatto con BM Italia e non abbiamo fatto alcun collegamento con IT-DMR, nella speranza di far progredire l’intelligenza, rispetto alla dittatura e alla chiusura mentale.

In occasione della proposta di IT-DMR (e qui veniamo a metà marzo inoltrato) di unire le reti in questo momento di straordinaria urgenza, ho chiesto loro di prendere contatti direttamente con i gestori di BM Italia per formulare questa richiesta anche a loro, nella speranza, non lo nascondo, di far calmare gli animi e riunire davvero tutti, alla faccia delle cattiverie che stranieri rivolgono all’Italia e agli italiani.

Purtroppo, BM Italia non ha aderito, giustificandosi di avere le mani legate alla licenza del software che sarebbe stata ritirata, qualora ci fosse questo collegamento con IT-DMR.

Abbiamo deciso di non entrare nella polemica; personalmente ho avuto a che fare con questi due loschi individui di BM Europa e, vi giuro, vorrei evitare di incontrarli nuovamente in futuro.

La nostra opinione di non doverci piegare e sottomettere a ogni costo a esterni l’abbiamo già espressa.

Alla data del 30 marzo, la situazione è ulteriormente cambiata: BM Italia ha stabilito di staccarci i flussi regionali, con un gesto unilaterale e senza alcuna discussione o comunicazione.

Non sappiamo se sia stata BM Italia o ci sia stata una richiesta di BM Europa.

L’unica cosa certa, e che ci ha colpito, è che non ci è stata fatta nessuna comunicazione, nessun avviso, nulla di nulla.

Prendiamo atto di questa decisione e andiamo avanti per la nostra strada senza rancore.

Stiamo valutando di effettuare ulteriori connessioni con altri network e stiamo lavorando per connettere direttamente il nostro TG222 sullo slot 1 con IT-DMR, per aderire a questa proposta in regime di urgenza per i ben noti fatti che ci costringono tutti a casa.

Naturalmente, siamo pronti a fare dietro-front nelle nostre considerazioni: se BM Italia volesse rivedere la sua posizione ed effettuare questo collegamento unificato, oltre ad un segno tangibile di unità da trasmettere a chi pensa che gli italiani siano poco di buono, sarebbe un bel gesto di amichevole confronto con tutti noi: noi siamo qui.

Covid-19 Report update at 30 March 2020 18.00

At Civil Protection Department Headquarters, the Operational Committee keeps working to ensure the coordination of all operations by the components and operational structures of the National Civil Protection Service.

As per health monitoring activities related to the spread of Coronavirus across national territory:

75.528 people have tested positive

14.620 patients have recovered

11.591 died however, this number can be confirmed only upon certification of cause of death by the Istituto Superiore di Sanità.

To date, the total number of assessed cases in Italy is 101.739

In detail: there are currently 25.006 positive cases in Lombardy, 10.766 in Emilia-Romagna, 7.564 in Veneto, 7.655 in Piedmont, 4.050 in Tuscany, 3.215 in the Marche, 2.383 in Liguria, 2.497 nel Lazio, 1.739 in Campania, 1.357  in the autonomous Province of Trento, 1.585 in Puglia,  1.109 in Friuli Venezia Giulia, 1.408 in Sicily, 1.169 in Abruzzo, 1.098 in the autonomous Province of Bolzano, 834 in Umbria, 622 in Sardinia,  602 in Calabria, 518 in the Aosta Valley, 208 in Basilicata e 107 in Molise.


Presso la sede del dipartimento della protezione civile, il comitato operativo continua a lavorare per garantire il coordinamento di tutte le operazioni da parte dei componenti e delle strutture operative del servizio nazionale di protezione civile.

Secondo le attività di monitoraggio sanitario relative alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale:

75.528 persone sono risultate positive

14.620 pazienti si sono ripresi

11.591 deceduti tuttavia, questo numero può essere confermato solo previa certificazione di causa di morte da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.

Ad oggi, il numero totale di casi valutati in Italia è 101.739

Nel dettaglio: al momento ci sono 25.006 casi positivi in ​​Lombardia, 10.766 in Emilia-Romagna, 7.564 in Veneto, 7.655 in Piemonte, 4.050 in Toscana, 3.215 nelle Marche, 2.383 in Liguria, 2.497 nel Lazio, 1.739 in Campania, 1.357 nella Provincia autonoma di Trento, 1.585 in Puglia, 1.109 in Friuli Venezia Giulia, 1.408 in Sicilia, 1.169 in Abruzzo, 1.098 nella Provincia autonoma di Bolzano, 834 in Umbria, 622 in Sardegna, 602 in Calabria, 518 in Valle d’Aosta, 208 in Basilicata e 107 in Molise.


Report generated from http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4228

TG 98009

E’ stato pubblicato e reso noto da pochi minuti che il Team Brandmeister World ha messo a disposizione il TG 98009 per l’emergenza COVID-19

Si ringrazia il Team Brandmeister ed il collega CT4TX – Josè per averlo reso noto sul Supporto Ufficiale

Sarà nostra premura ricordare a BrandMeister che il TG 22200 è operativo da 1 mese come supporto per il Covid-19 .


We are using TG 22200 for Italian Covid-19 support from 1 month , with our HBlink Italia Network. We hope to be a great help for italian people and we hope BM can recognize this our TG, in the future.

We are using TG 22200 for Italian Covid-19 support from 1 month , with our HBlink Italia Network. We hope to be a great help for italian people and we hope BM can recognize this our TG, in the future.

reply: We are using TG 22200 for Italian Covid-19 support from 1 month , with our HBlink Italia Network. We hope to be a great help for italian people and we hope BM can recognize this our TG, in the future.

Me:

All Italian radio amateurs will be able to use HBlink Italia’s Talkgroup 22200 from DMR, YSF, XLX, NXDN, P25, EchoLink, DVSwitch, TGIF Network. We hope that BM will also accept our TG 22200 registration request so that our message can spread all over the world. United to win.

We can give support from BM, DMR+, HBlink or any other system. It’s important that we rest united in this batheriological war. Rest home , please. Use radio for help all, use our Ham Spirit for save people.


Aggiornamento:

BM2222 News ha copiato i dati dal nostro sito per pubblicarlo sul loro supporto.