E pur si muove … … …

Da qualche ora è stato inserito un messaggio sul supporto Ufficiale BrandMeister che riportava che il TG 33015 è stato registrato come TG HBLink per la Repubblica Dominicana. La cosa ci fa piacere perché questo potrebbe essere un inizio di collaborazione.

 
In considerazione che l’HBLink del collega ha anche un link con la rete DMR+ mondiale, abbiamo la speranza che qualcosa si stia muovendo in aria.

 


Immagine prontamente rimossa dal supporto BM , ma che continua a girare su svariate Chat Italiane e non. I soliti Copia/Incolla più veloci del west, la stanno inoltrando a tutto il mondo.

HB Echolink

Abbiamo il piacere di annunciare che HBLink Italia dispone da qualche ora anche del Server EchoLink messo a disposizione da Diego.
Da oggi sarà quindi possibile comunicare dal canale analogico EchoLink richiamando il link IU2NAF-L , oppure dal lato DMR richiamando il TG 22220 sulla rete TGIF oppure direttamente dalla rete HBLink Italia. Il sistema HB EchoLink dispone anche di un suo YSF per tutti coloro che desiderano accedere alla rete HBLink Italia da radio C4FM. Inoltre il sistema sarà raggiungibile a breve anche da DVLink (DVSwitch Link) attraverso Network Radio, Smartphone , Tablet e PC grazie alle App dedicate per Android e PC. Il server EchoLink IU2NAF-L sarà connesso al server aprs.hblink.it per il tracciamento della posizione delle varie stazioni mobili.
Desideriamo ringraziare Diego IU2NAF per l’impegno e la voglia di portare il suo contributo alla rete HBLink Italia.
Buon divertimento a tutti.

APRS Server

Pian piano a piccoli passi stiamo ricostruendo la nostra piccola e modesta rete fatta di veri appassionati e persone che hanno ancora voglia di sperimentare cose vecchie e nuove, senza tralasciare le esperienze fatte da altri nel campo ed i suggerimenti ricevuti in passato e nel presente.
HBLink Italia ha appena installato e messo in funzione il nuovo server APRS visibile da aprs.hblink.it.
Chiunque volesse provare e sperimentare il nostro server aprs può anche usare il tool sottostante per la registrazione del proprio PassCode

Aggiornamento pi-star

Stanotte sono state aggiornate le porte disponibili sul Master Server HBLink Italia
( master.hblink.it ).
Si consiglia a tutti di effettuare un aggiornamento delle pi-star.
Da oggi avremo a disposizione le porte GD77_01, GD77_02 e GD77_03 sulle quali sarà possibile collegare i nostri Hotspot di potenza OpenGD77.
Si consiglia di utilizzare queste porte solo ai possessori di GD77 al fine di lasciar libere le restanti porte DMO per gli Hotspot Simplex e viceversa.
Qualora si rendesse necessario, il Team provvederà ad aumentare il numero delle porte dedicate ai GD77.

Aggiornamento HBlink & HBmonitor

Sinora abbiamo visto come installare HBlink & HBmonitor e come configurarli a dovere.
Una delle cose molto importanti è mantenere il sistema sempre aggiornato.
Iniziamo con aggiornare i file di supporto:

pip install --upgrade google-auth-oauthlib
pip install service_identity
pip install --upgrade pyasn1-modules
pip3 install service_identity --force --upgrade
pip install service_identity --force --upgrade
pip2 install service_identity --force --upgrade
pip3 install service_identity --force --upgrade

Ricordiamoci che almeno settimanalmente dovremo eseguire un aggiornamento dell’intero sistema perché questo serve a risolvere problemi e bug.
Possiamo creare un file bash (.sh) da inserire in una nostra directory oppure farlo manualmente dando i seguenti commandi:

apt-get update
apt-get upgrade -y
cd /opt/HBlink3
git pull
cd /opt/HBmonitor
git pull

Avvio servizi HBlink & HBmonitor

Siamo giunti al momento in cui, dopo aver testato il corretto funzionamento di HBLink ed HBmonitor, possiamo rendere questi servizi auto-avvianti.
Creiamo il file che eseguirà automaticamente l’avvio del sistema HBlink3 ad ogni riavvio.
nano /lib/systemd/system/hblink.service
al suo interno scriveremo il seguente codice:

[Unit]
Description=HB bridge all Service

After=network-online.target syslog.target
Wants=network-online.target

[Service]
StandardOutput=null
WorkingDirectory=/opt/HBlink3
RestartSec=3
ExecStart=/usr/bin/python3 /opt/HBlink3/bridge.py
Restart=on-abort

[Install]
WantedBy=multi-user.target

Salviamo (CTRL +X)
Ora dovremo renderlo auto-avviante con :
systemctl enable hblink.service

Ora creiamo il file di avvio per HBmonitor:
nano /lib/systemd/system/hbmon.service
e scriviamo il codice :

[Unit]
Description=HBmon Service

After=network-online.target syslog.target hblink.target
Wants=network-online.target

[Service]
StandardOutput=null
WorkingDirectory=/opt/HBmonitor
RestartSec=3
ExecStart=/usr/bin/python3 /opt/HBmonitor/monitor.py
Restart=on-abort

[Install]
WantedBy=multi-user.target

Salviamo (CTRL +X) e rendiamolo auto avviante:
systemctl enable hbmon.service

Installazione HBmonitor

Dopo aver visto come installare e configurare HBLink , veniamo ora all’installazione e configurazione di HBMonitor.
Per prima cosa dovremo scaricare i pacchetti:

cd /opt
git clone https://github.com/sp2ong/HBmonitor.git
cd HBmonitor
chmod 0755 install.sh
./install.sh
cp config_SAMPLE.py config.py

editiamo il file di configurazione :
nano config.py
e verifichiamo abbia una struttura simile:

REPORT_NAME     = 'Dashboard of local DMR Network'  # Name of the monitored HBlink system
CONFIG_INC      = True                # Include HBlink stats
LASTHEARD_INC =True             # Show lastheard
BRIDGES_INC     = True                 # Include Bridge stats (confbrige.py)
HBLINK_IP       = '127.0.0.1'           # HBlink's IP Address
HBLINK_PORT     = 4321                  # HBlink's TCP reporting socket
FREQUENCY       = 10                    # Frequency to push updates to web clients
WEB_SERVER_PORT = 8080                 # Has to be above 1024 if you're not running as root
CLIENT_TIMEOUT  = 0                  # Clients are timed out after this many seconds, 0 to disable

# Files and stuff for loading alias files for mapping numbers to names
PATH            = './'                                                             # MUST END IN '/'
PEER_FILE       = 'peer_ids.json'                              # Will auto-download from DMR-MARC
SUBSCRIBER_FILE = 'subscriber_ids.json'          # Will auto-download from DMR-MARC
TGID_FILE       = 'talkgroup_ids.json'                          # User provided, should be in "integer TGID, TGID name" format
LOCAL_SUB_FILE  = 'local_subscriber_ids.json'    # User provided (optional, leave '' if you don't use it), follow the format of DMR-MARC
LOCAL_PEER_FILE = 'local_peer_ids.json'           # User provided (optional, leave '' if you don't use it), follow the format of DMR-MARC
FILE_RELOAD     = 7                                                   # Number of days before we reload DMR-MARC database files
PEER_URL        = 'https://www.radioid.net/static/rptrs.json'
SUBSCRIBER_URL  = 'https://www.radioid.net/api/dmr/user/?country=Poland'

# Settings for log files
LOG_PATH        = './log/'
LOG_NAME        = 'hbmon.log'

Terminata la nostra configurazione personalizzata, salviamo il file (CTRL + X).