Logrotate per i Reflector

In questo articolo abbiamo visto come comprimere i file di Log di HBLink ed HBMonitor.
Adesso però vogliamo fare pulizia sui file di log generati dai nostri Reflector e Bridge
XLX / YSF / NXDN / P25 / SVX / APRS .
Come avrete notato, ogni giorno viene generato un nuovo file che ha come estensione la data corrente (per esempio per il gateway Aprs è APRSGateway-2020-09-23.log) in /var/log/mmdvm .
Non è pensabile cancellare manualmente i vari file di log a cadenze regolari, per cui ci siamo messi a studiare come poterlo fare con degli script di automatismo.
Anche qui interviene il fantomatico commando logrotate ed abbiamo generato il seguente script:
nano /etc/logrotate.d/aprsgateway inserendo il seguente codice:

/var/log/mmdvm/APRSGateway.log
{
daily
rotate 7
maxage 7
dateext
dateformat -%Y-%m-%d
extension .log
ifempty
create

firstaction
today=$(date +"%Y-%m-%d")
filename="/var/log/mmdvm/APRSGateway-$today.log"
if [ -f "$filename" ]; then
mv /var/log/mmdvm/APRSGateway-$today.log /var/log/mmdvm/APRSGateway.log
fi
endscript

}

Ora si tratta di far in modo che al suo avvio questo script possa trovare il file /var/log/mmdvm/APRSGateway.log altrimenti andrebbe in errore.
Quindi dovremo semplicemente eseguire:
cp /var/log/mmdvm/APRSGateway-2020-09-23.log /var/log/mmdvm/APRSGateway.log
Fatto ?
Facciamo un test del nostro script eseguendo:
logrotate –force /etc/logrotate.d/aprsgateway
Se tutto è andato a buon fine e non visualizziamo errori di esecuzione, basterà dare
ls -la /var/log/mmdvm/APRS*.log per vedere che esistono solo 7 file e che APRSGateway.log contiene 0 byte.

Questo esempio può essere usato anche per tutti gli altri servizi dei nostri Reflector, MMDVM_Bridge, Analog_Bridge con opportuni adattamenti.

Server Log

In questi giorni di tranquillità fra lavoro e radio, ci siamo dedicati ad esaminare alcune parti dei nostri sistemi HBLink ed HBMonitor ed abbiamo notato che le dimensioni dei file di Log generati dai due software erano notevoli.
Da qui è nata la prima stesura di un sistema di compressione settimanale dei log non necessari a cura di Roberto IV3JDV.
Gli script sono stati eseguiti su macchine di test e dopo il loro corretto funzionamento, sono stati resi pubblici a tutti i colleghi di HBLink Italia, affinché li installassero sui loro server.
Come nostra consuetudine, li rendiamo pubblici anche sul Blog di HBLink Italia, affinché possano essere utilizzati e modificati a piacere per rendere tutti i nostri server più leggeri e puliti.
Tutti i sistemi Linux/Debian hanno al loro interno una directory /etc/logrotate.d che contiene degli script che devono essere eseguiti dal sistema operativo in determinati momenti della giornata / settimana / mese .
Si tratta quindi di creare al suo interno gli script per HBLink ed HBMonitor e salvarli.
In questo modo il sistema saprà che deve eseguirli e fare ciò che noi gli abbiamo imposto.
Il primo file da creare è:
nano /etc/logrotate.d/hblink inserendo il seguente codice:

# Logrotate file for HBLink
/var/log/hblink.log
{
compress
delaycompress
missingok
notifempty
rotate 7
create 0600 root root
}

mentre per il secondo file useremo:
nano /etc/logrotate.d/hbmon inserendo il codice:

# Logrotate file for HBMonitor
/var/log/hbmon.log {
compress
delaycompress
missingok
notifempty
rotate 7
create 0600 root root
}

Ora non ci resta che attendere 7 giorni per vedere il risultato finale oppure eseguendo:
logrotate –force /etc/logrotate.d/hbmon e logrotate –force /etc/logrotate.d/hbmon

Master News

In queste ultime settimane siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di collegarsi al MASTER HBLink Italia a causa di una serie di problemi legati al software di gestione.
Finalmente, dopo aver testato per alcuni giorni le nuove versioni software, siamo stati in grado di ripristinare la possibilità per Hotspot Simplex e Dual di collegarsi direttamente.
Chiunque desideri collegare il proprio HotSpot al MASTER, da oggi, potrà farlo nuovamente.
Grazie a tutti Voi per la pazienza ed il supporto quotidiano che ci fornite.
Saremo lieti di fornire risposte ad ogni vostro feedback.
Buon divertimento.

SvxLink

Un altro piccolo tassello al sistema è stato aggiunto: abbiamo realizzato il link tra SVXLink e DMR.
Collegandosi al nodo Echolink IU2NAF-L (SVXLink) si accede al TG22200 HBLink Italia.
La qualità audio è buona e il sistema sembra stabile.
Si tratta di un sistema costruito totalmente via software e quindi completamente digitale che permette il collegamento attraverso l’App EchoLink per smartphone e/o per Pc/Mac con il TG 22200 della rete HBLink Italia / IT-DMR .
Il sistema non ha alcuna connessione con i sistemi analogici EchoLink, per cui tutte le tratte restano sempre e solo digitali.
Da oggi il TG 22200 è utilizzabile in DMR, C4FM, D-STAR, NXDN, P25, Peanut, DVSwitch ed Echolink.
Il TG 22200 è attualmente raggiungibile anche da tutti i ponti ripetitori collegati alla rete HBLink.
Chiunque desideri collegare il proprio EchoLink / SvxLink al nostro SvxReflector, potrà farne richiesta diretta via radio o scrivendoci.

Opinioni e controlli faranno piacere.

Riunione Tecnica

Il giorno 23 Giugno 2020 alle ore 21:00 si terrà la prima riunione tecnica dei SysOp.
Questa sarà la prima occasione per conoscerci e vederci di persona.
Sarà sicuramente uno dei tanti incontri che ci permetteranno di portare avanti idee, migliorie e suggerimenti per una rete snella ed agile allo stesso tempo, una rete fruibile da tutti e libera.
Sarà anche un occasione per togliersi qualche dubbio e perplessità sugli avvenimenti passati affinché si possa migliorare e non ripetere gli errori in futuro.
Ordine del giorno:

  • Introduzione del SysOp Master HBLink
  • Presentazione di ciascuno dei SysOp della rete
  • MultiProtocollo e attuali sviluppi su SVXLink
  • Struttura ed organizzazione dei TG Cluster
  • Struttura ed riorganizzazione della rete HBLink Italia
  • Sviluppi attuali e futuri DVSwitch
  • A ruota libera e saluti finali.

Tutti i SysOp verranno contattati nelle prossime ore per stabilire modalità di ritrovo.
Ci aspettiamo una larga partecipazione.

Manutenzione Master Server

Si comunica a tutti gli utilizzatori che da Lunedì 22 Giugno 2020 verrà effettuata una manutenzione straordinaria sul Master Server (master.hblink.it).
Verranno disattivate tutte le porte utente e la Dashboard del server.
Questo ci permetterà di poter effettuare tutte le verifiche e ottimizzazioni che ci siamo prefissati da tempo.
Tutti i Servizi attualmente attivi sul Master Server verranno comunque garantiti ( Collegamenti OpenBridge, tutti i Reflector YSF,NXDN,P25, XLX e SVXLink ).
Per questo motivo vi chiediamo di collegare i vostri Hotspot Simplex e Dual sugli altri HBLink server della rete Italiana presenti nella lista Server delle vostre Pi-Star.
Ci scusiamo per il disagio e per il breve preavviso, ma anche per noi è stata una settimana lavorativa impegnativa ed abbiamo preso questa decisione solo poche ore fa.
Grazie per la collaborazione.

TG Uniti si cresce

Oggi abbiamo l’opportunità di poter annunciare che si è completata l’unione fra DMR-Italia, IT-DMR e HBLink Italia.
Da questo momento le 3 piattaforme software condividono il TG 222 Nazionale, tutti i TG Regionali e TAC.
Anche il TG 22200 HBLink Italia ( Vanity Number e nostro orgoglio ) è stato condiviso.
Questo ci riempie di gioia e ci dà la forza di andare avanti nella costruzione di una vera rete italiana.
La condivisione nasce da un progetto portato avanti a piccoli passi per poter capire come e cosa fare.
L’apertura al dialogo fra tutti ha permesso che questo nostro progetto potesse nascere e svilupparsi.
Noi di HBLink Italia ci abbiamo sempre creduto e siamo orgogliosi di aver condiviso i nostri desideri ed idee con chi le reti digitali radioamatoriali le aveva create e gestite prima di noi. Abbiamo avuto modo di apprendere parecchie cose in questi mesi e ringraziamo qui, chi ci ha dato fiducia e possibilità di lavorare serenamente assieme per far divertire tutti.
Crediamo che la nostra umiltà e la nostra voglia di fare radio pur con poche risorse, sia stata premiata.
Non vogliamo inserire i nominativi di coloro che hanno lavorato a questo progetto, per il semplice motivo che ogni singolo RadioAmatore ha dato il suo contributo anche semplicemente venendo a fare QSO su uno dei nostri sistemi uniti.
Ecco perché vogliamo ringraziare chiunque sia passato sui nostri server anche solo per farci un saluto.
La nostra forza ed il nostro sprone, siete tutti voi OM che giorno dopo giorno, vi complimentate con noi per il nostro umile lavoro. Ci date forza e coraggio per continuare in questa impresa che sino a poco fa ci sembrava impossibile da realizzare.

Bentornato TG 222 Italia

Come da titolo, siamo orgogliosi di questa collaborazione fra Server ITALIANI che desiderano condividere il TG 222 Italia Nazionale DMR. Non potevamo ricevere regalo più grande. Questo avvalora il nostro pensiero, ma anche il Vostro :
Uniti si cresce.
Siamo convinti che questa collaborazione, nata per dare supporto durante questo momento drammatico per la nostra nazione, possa rimanere tale in futuro. Da parte nostra metteremo in campo tutte le nostre conoscenze e la voglia di fare Radio, di restare uniti e collaborare per un progetto comune. Ci fa piacere che abbiate capito che le piccole divergenze, possono essere superate pronunciando una sola parola : HamSpirit
Questa è l’unica parola che conosciamo e che ci ha portato a chiederVi collaborazione.
GRAZIE a tutti coloro che ci hanno creduto e che rendono possibile questo connubio.

Uniti si cresce

Come avrete letto nel precedente articolo, la rete DMR-Italia ha deciso di unire le proprie forze con IT-DMR perchè stufi di essere comandati da persone che parlano di libertà ma agiscono come dittatori. Sulla base di queste considerazioni, HBLink Italia vorrebbe unirsi ai 2 Network Italiani DMR-Italia e IT-DMR . Siamo stati appellati come “zoccole” perchè ci siamo fatti prendere per i fondelli da qualcuno che pur di portarci dalla sua parte, non ha esitato a scaricarci senza dare una giustificazione e motivazione. Esattamente come hanno fatto con DMR-Italia. Per questo motivo, vorremo riallacciare i rapporti con chi ha creduto e voluto una rete italiana e se l’è costruita con tanti sacrifici, nonostante il nostro errore del passato. Qualcuno di più importante diceva: chi non ha peccato scagli la prima pietra. Noi siamo consapevoli di aver commesso un errore di valutazione. Abbiamo creduto nelle parole di certe persone e siamo rimasti fregati. Oggi stiamo ricostruendo pian piano un sistema che permetta a tutti di parlare con tutti ed in tutti i modi. Vorremo condividere con DMR-Italia e IT-DMR i TG a 5 cifre e condividere con loro il nostro unico TG 22200 HBLink Italia. Non abbiamo molto da offrire e la pretesa di diventare network mondiale, ma siamo un gruppo di appassionati che può offrire collaborazione, voglia di fare e sperimentare.
Se IT-DMR e DMR-Italia ritenessero opportuno darci una seconda possibilità di dialogo, noi siamo qui e ne saremo felici. Voglio ricordare a tutti Voi che BM senza RadioAmatori muore, mentre i RadioAmatori senza BM cambiano frequenza e/o server.

Reti unificate contro il Covid-19

Riportiamo integralmente un articolo pubblicato su DMR-Italia


A metà del mese di marzo, DMR-Italia ha ricevuto una richiesta da parte del network IT-DMR che prevedeva il collegamento e l’unione di tutte le reti DMR italiane, in conseguenza dello straordinario periodo che l’Italia sta vivendo e per il periodo limitato all’urgenza.

Dopo un rapido confronto con tutti i gestori della rete, ci è subito apparsa come una richiesta da condividere.

Come qualcuno avrà letto, la nostra rete, già collegata a DMR-Marc dal 2012, nei mesi scorsi aveva raggiunto un accordo con il network Brandmeister, per la sola condivisione dei TG regionali sullo slot 2. Al momento dell’accordo, avevamo accettato la condizione di non dover condividere tali flussi con la rete IT-DMR, seppur con qualche perplessità.

Abbiamo dunque effettuato il collegamento con BM, ma immediatamente aperto una discussione con BM Italia su questa condizione di esclusività che ci è apparsa sin da subito poco radioamatoriale. Discussione che è stata molto semplice e serena, dal momento che, a dire degli attuali gestori di BM Italia, tale condizione veniva imposta da BM Europa, per pregresse ruggini e discussioni.

Non contenti, a febbraio ci siamo rivolti a BM Europa e le risposte sono state molto più maleducate e inopportune, soprattutto per il modo con il quale è stata fatta la discussione: siamo stati trattati in modo davvero incivile da due personaggi (tedeschi) i quali, rispondendo sempre con molto ritardo alle nostre email, hanno affermato che queste regole erano state decise da loro e nessuno poteva opporsi.

Nel corso dei contatti avuti, i due “super capi” tedeschi avevano affermato che noi avremmo dovuto staccarci anche da DMR-Marc, sempre per loro isterismi personali o per qualche vecchia ruggine.

L’idea di essere proprietari di una rete, di doverla gestire a nostre spese e poi dover sottostare solo ed esclusivamente agli umori di due tedeschi proprio non ci va a genio!

Nonostante ciò, abbiamo tenuto fede al patto fatto con BM Italia e non abbiamo fatto alcun collegamento con IT-DMR, nella speranza di far progredire l’intelligenza, rispetto alla dittatura e alla chiusura mentale.

In occasione della proposta di IT-DMR (e qui veniamo a metà marzo inoltrato) di unire le reti in questo momento di straordinaria urgenza, ho chiesto loro di prendere contatti direttamente con i gestori di BM Italia per formulare questa richiesta anche a loro, nella speranza, non lo nascondo, di far calmare gli animi e riunire davvero tutti, alla faccia delle cattiverie che stranieri rivolgono all’Italia e agli italiani.

Purtroppo, BM Italia non ha aderito, giustificandosi di avere le mani legate alla licenza del software che sarebbe stata ritirata, qualora ci fosse questo collegamento con IT-DMR.

Abbiamo deciso di non entrare nella polemica; personalmente ho avuto a che fare con questi due loschi individui di BM Europa e, vi giuro, vorrei evitare di incontrarli nuovamente in futuro.

La nostra opinione di non doverci piegare e sottomettere a ogni costo a esterni l’abbiamo già espressa.

Alla data del 30 marzo, la situazione è ulteriormente cambiata: BM Italia ha stabilito di staccarci i flussi regionali, con un gesto unilaterale e senza alcuna discussione o comunicazione.

Non sappiamo se sia stata BM Italia o ci sia stata una richiesta di BM Europa.

L’unica cosa certa, e che ci ha colpito, è che non ci è stata fatta nessuna comunicazione, nessun avviso, nulla di nulla.

Prendiamo atto di questa decisione e andiamo avanti per la nostra strada senza rancore.

Stiamo valutando di effettuare ulteriori connessioni con altri network e stiamo lavorando per connettere direttamente il nostro TG222 sullo slot 1 con IT-DMR, per aderire a questa proposta in regime di urgenza per i ben noti fatti che ci costringono tutti a casa.

Naturalmente, siamo pronti a fare dietro-front nelle nostre considerazioni: se BM Italia volesse rivedere la sua posizione ed effettuare questo collegamento unificato, oltre ad un segno tangibile di unità da trasmettere a chi pensa che gli italiani siano poco di buono, sarebbe un bel gesto di amichevole confronto con tutti noi: noi siamo qui.